hanna artehanna bionda foto bianco-nero

Tutti abbiamo il nostro negativo, delle zone d'ombra, o visioni speculari e parliamo d'amore, là, dove io muoio.


Tuesday, June 3, 2008

Singolarità tecnologica.Punto Omega.

Souls of a Restless Sort - L.Lehmann

Esiste una percezione diffusa e tangibile di vivere oggi una fase critica della storia umana. Il nostro tempo può essere considerato preludio della svolta decisiva.
I miti Maya associano all'anno 2012 un salto evolutivo di coscienza. Invece un moderno futurista potrebbe preconizzare un'epocale transizione che segni la fine dell'era umana, a propulsione d'opzioni al di là delle nostre più selvagge immaginazioni.
L’invenzione di computer ha permesso un’accelerazione impressionante della ricerca scientifica, e con la diffusione d'internet la conoscenza in generale è in piena trasformazione .
Internet sta cambiando le tradizionali logiche di possesso, internet - creazione e diffusione della conoscenza - sta cambiando i media, i rapporti tra utente ed esperto (paziente-medico, cliente-produttore, cittadino-stato, studente-scuola). I network possono velocizzare la selezione e facilitare la produzione di idee innovative. Allo stesso tempo cresce la complessità, l’incertezza, la “knowledgeand digital device” e la quantità di informazioni da gestire aumenta.
Così anche noi possiamo annunciare una svolta nel 2012 /o giù di la/ che precipita la Singolarità del futurista Kurzweil associata a altre previsioni /fine dell'anno galattico o Apocalisse/
Potrebbe essere dunque questa Singolarita espressa nel primo sfarfallio di auto-consapevolezza nella soubrutine computerizzata, o il primo successo di un impianto di chip di silicio per curare la cecità, o il risveglio di coscienza come la noösphere, o infine, perchè l'esplosiva memoria della nostra esperienza collettiva su internet sta raggiungendo la massa critica.
Le interpretazioni del tecnologo e futurista Kurzweil sono basate sul "diritto universale" secondo cui la conoscenza viene sottoposta ad una crescita esponenziale.
Comunque è difficile argomentare scientificamente contro la diffusa sensazione d'essere in fase di propulsione in acque inesplorate da un flusso costante di innovazioni. Come anticipato già in campi disparati (la biologia, la genetica, la robotica, l'intelligenza artificiale, le nanotecnologie, ecc) le verifiche cominciano a convergere; sopraffatti dell'evoluzione troppo ingente potremmo raggiungere un punto critico (Punto Omega?Apocalissi?)
Raymond Kurzweil ritiene che lo sviluppo di intelligenza artificiale procederà di pari passo con quella della nostra.
Intelligenza virtuale sarà modellata sul cervello umano e le ricerche potrebbero verificarsi in forma d'impianti hardware inventati per aumentare la nostra materia grigia. Egli lo vede come il primo passo verso l'immortalità. Le nostre coscienze verranno memorizzate come software su server di aggregazione multipla /ridondanti/; una realtà che gli consenta di trascendere i limiti del suo contenitore attualmente degradabile (mortale)
Questo punto di svolta è più comunemente denominato Singolarità tecnologica. Il termine singolarità è stato utilizzato per la prima volta nel campo di astrofisica per descrivere un fenomeno, come ad esempio un buco nero, dove i normali metodi di misura cessano di esistere. Quando invece viene applicata al progresso tecnologico, significa una esplosione concettuale che disintegra gli ostacoli che hanno impedito alla nostra coscienza la soluzione di problemi.
Le speculazioni sulla Singolarità spesso riguardano i supercomputer esistenti dopo la Singolarità stessa. Alcuni ricercatori sostengono che anche senza il quantum computing, utilizzando una forma avanzata di nanotecnologia, la materia potrebbe essere manipolata in modo da avere capacità elaborative inimmaginabili. A tale materiale ci si riferisce spesso, tra i futurologi, come computronium. Alcuni pensano che interi pianeti o stelle potrebbero essere convertiti in computronium, creando rispettivamente degli "Jupiter brain" e "Matrioshka Brain".
L'ultima singolare invenzione di blogger: programmare i post al post..diversamente detto pubblicare gli articoli imbozzati futuramente, in caso di morte o di finimondo ;))
Chissà, più ci sto a programmare più dilato il mio beyond?
/preso spunto da:Kurzweil /

4 comments:

Fer proto said...

Hi Hanna. Thanks a lot, thanks thanks and thanks. ahah, español. muchisimas gracias. si. mmm, ayer è ieri, yesterday. and yes,ho 20 anni, i´m 20 years. well. mezclé, i used a lot of languages, all them muy mal. pero bueno. Hanna! good Mercoledì,miércoles, wendesday. ;)kisses

Speedcat Hollydale said...

Dropping by to say hello!

Joana Dalila Santos said...

Beijinhos!

laptop battery said...

it is interest photo