hanna artehanna bionda foto bianco-nero

Tutti abbiamo il nostro negativo, delle zone d'ombra, o visioni speculari e parliamo d'amore, là, dove io muoio.


Friday, November 28, 2008

Poesie d'amore in spagnolo, Madrigale appassionato di Lorca

Madrigal apasionado

Quisiera estar en tus labios
para apagarme en la nieve
de tus dientes.
Quisiera estar en tu pecho
para en sangre deshacerme.
Quisiera en tu cabellera
de oro sonar para siempre.
Que tu corazon se hiciera
tumba del mio doliente.
Que tu carne sea mi carne,
que mi frente sea tu frente.
Quisiera que toda mi alma
entrara en tu cuerpo breve
y ser yo tu pensamiento
y ser yo tu blanca veste.
Para hacer que te enamores
de mi con pasiòn tan fuerte
que te consumas buscàndome
sin que jamàs va me encuentres.
Para que vayas gritando
mi nombre hacia los ponientes,
preguntando por mi al agua,
bebiendo triste las hieles
que antes dejo en el camino
mi corazon al quererte.
Y yo mientras iré dentro
de tu cuerpo dulce y débil,
siendo yo, mujer, tù misma,
y estando en tì para siempre,
mientras tu en vano me buscas
desde Oriente a Occidente,
hasta que al fin nos quemara
la llama gris de la muerte.



Madrigale appassionato

Vorrei essere sulle tue labbra
per dissetarmi della neve
dei tuoi denti.
Vorrei essere nel tuo petto
per dissolvermi in sangue.
Vorrei nella tua chioma
d'oro sognare per sempre.
Che il tuo cuore si facesse
tomba nel mio dolente.
Che la tua carne fosse la mia carne,
che la mia fronte fosse la tua fronte.
Vorrei che tutta la mia anima
entrasse nel tuo corpo breve
ed essere io il tuo pensiero
ed essere io la tua bianca veste.
Per farti innamorare
di me con passione sì forte
da consumarti cercandomi
senza potermi mai trovare.
Per farti andare gridando
il mio nome fin a ponente,
domandando di me all'acqua,
bevendo triste il fiele
che sul cammino lasciò
il mio cuore nel cercarti.
Mentre penetrerò
nel tuo corpo debole e dolce,
e sarò, donna, te stessa,
restando in te per sempre,
mentre tu invano mi cercherai,
da Oriente a Occidente,
finché in ultimo ci arderà
la fiamma grigia della morte.
(trad. hanna filo)

Il Madrigale appassionato, composto nel 1918 ma non inserito nella prima raccolta, né pubblicato successivamente da Garcia Lorca, forse perché considerato allora troppo autobiografico ri­spetto all'angoscioso conflitto della sua dimensione sentimenta­le, ci offre una pagina di stupenda poesia d'amore, resa struggen­te dalla coscienza che l'amore resterà solo desiderio e che la pos­sibilità di viverlo si annullerà completamente nell'identificazio­ne dell'uomo amante con la donna amata e in modo definitivo nella fiamma grigia della morte che brucerà entrambi.

4 comments:

Raggio said...

wow ma sei bravissima... però non ho capito: in che opera non fu pubblicato questo Madrigale? E quando fu pubblicato successivamente in quale raccolta fu messo?

HANNA said...

Hi!
questa si trova nella collana: Biblioteca di Clandestino - 1991 -
"Maria Maddalena e altri inediti", probabilmente ricavata dai manoscritti di Lorca, mai pubblicati durante la sua vita...
buon week-end ;)

ilcatanese said...

Lo conoscevo anche io..bellissimo.

HANNA said...

Hey Catanese!
lo traduci in catanese?
adoro il dialetto siculo!
Lo so che sarebbe difficile, come per Carlo Porta tradurre La divina commedia...ma provaci...
buon finesettimana ;)