hanna artehanna bionda foto bianco-nero

Tutti abbiamo il nostro negativo, delle zone d'ombra, o visioni speculari e parliamo d'amore, là, dove io muoio.


Saturday, March 21, 2009

Eid-eh Shoma Mobarak, discorso di Obama a Iran, traduzione, video

A New Year, Nowruz e scoppia la pace, discorso del 20 marzo di Obama testo inglese-italiano

Traduzione in italiano:
/hanna faedi/
Oggi, vorrei rivolgere i miei migliori auguri a tutti coloro nel mondo che celebrano Nowruz. A doppio senso questa festa è assieme un rito antico e un momento di rinascita, e mi auguro che di questo periodo speciale dell’anno profittiate tra amici e famiglia.
In particolare vorrei parlare direttamente al popolo e ai leaders della Repubblica Islamica dell’Iran. Nowruz fa solo una parte della vostra grande e celebre cultura. Per secoli la vostra musica, la vostra letteratura, le vostre invenzioni hanno reso il mondo migliore e più bello.
Qui negli USA, anche la nostra comunità è stata rafforzata dal contributo degli americani di origine iraniana. Sappiamo che siete una grande civiltà e il vostro operato ha conquistato il rispetto degli Stati Uniti e del mondo.
Per quasi tre decenni i rapporti tra i nostri paesi sono stati tesi. Ma queste festività ci obbligano a ricordare dei vincoli comuni. Infatti, celebrate il vostro capodanno allo stesso modo in cui noi americani celebriamo le nostre feste: riunendoci con gli amici e la famiglia, scambiando doni e racconti, guardando verso il futuro con una rinnovata speranza.
Queste celebrazioni contengono la speranza in un nuovo giorno, speranza di opportunità per i nostri figli, sicurezza per le nostre famiglie, progresso per le nostre comunità, pace fra le nazioni.
Queste sono speranze condivise, questi sono sogni comuni.
In quei tempi, i tempi di nuovi inizi, vorrei parlare chiaramente ai dirigenti iraniani. Abbiamo gravi divergenze che si sono amplificate con il tempo. La mia amministrazione ora è decisa a mettere in pratica una diplomazia che affronti la totalità delle questioni che ci parano davanti, e cerchi di stabilire rapporti costruttivi fra Stati Uniti, Iran e Comunità internazionale.
Questo processo non farà progressi a forza di minacce. Cerchiamo invece un dialogo onesto, ragionato sul comune rispetto. Anche voi avete un'opportunità. Gli Stati Uniti vogliono che la Repubblica Islamica d’Iran prenda il posto che le spetta nella comunità delle nazioni. Avete questo diritto che si accompagna a vere responsabilità, e quel posto non può essere ottenuto con il terrore ne le armi, ma con azioni pacifiche che dimostrino la vera grandezza del popolo e della civiltà iraniani. E questa grandezza non si misura con la capacità di distruggere, bensì con la vostra dimostrata capacità di costruire e creare.
Quindi, in occasione del vostro nuovo anno, voglio che voi, popolo e dirigenti dell’Iran, percepite il futuro a cui aspiriamo. È un futuro di nuovi scambi tra i nostri due popoli e di maggiori opportunità di sodalizio e commercio. È un futuro in cui le vecchie divisioni saranno superate, in cui voi e tutti i vostri vicini e il mondo intero potranno usufruire una maggiore sicurezza e una pace più grande. So che questo non sarà facile da raggiungere.
Alcuni affermano con insistenza che ci definiamo per le nostre differenze. Ma ricordiamoci delle parole del poeta Saadi, tanto tempo fa:
"I figli di Adamo sono arti dello stesso corpo, essendo stati creati dalla medesima essenza."
Con arrivo dei nuovi tempi ci torna in mente questa preziosa umanità che tutti condividiamo. E possiamo invocare questo spirito ancora una volta auspicando un nuovo inizio.

Grazie e Eid-eh Shoma Mobarak (Felice Anno Nuovo)

NOTA: In Persia è l'anno 1388
Nowruz è la più antica e più lunga festa iraniana che coincide con la resurrezione della primavera dopo appassito inverno.
Nowruz ripete e rinnova tutto, genera e ravviva la natura, influenza anima creativa, emozione e pensiero.

No comments: