hanna artehanna bionda foto bianco-nero

Tutti abbiamo il nostro negativo, delle zone d'ombra, o visioni speculari e parliamo d'amore, là, dove io muoio.


Sunday, April 21, 2013

Io non ho paura

Non si tratta solo della canzone di Fiorella Mannoia
"Io non ho paura", testo: 

Ci penso da lontano da un altro mare un'altra casa che non sai
La chiamano speranza ma a volte è un modo per dire illusione
Ci penso da lontano e ogni volta è come avvicinarti un po'
Per chi ha l' anima tagliata l'amore è sangue, futuro e coraggio
A volte sogni di navigare su campi di grano
E nei ritorni quella bellezza resta in una mano
E adesso che non rispondi fa più rumore nel silenzio il tuo pensiero
E tu da li mi sentirai se grido
Io non ho paura
Il tempo non ti aspetta
Ferisce questa terra dolce e diffidente
Ed ho imparato a comprendere l'indifferenza che ti cammina accanto
Ma le ho riconosciute in tanti occhi le mie stesse paure
Ed aspettare è quel segreto che vorrei insegnarti
Matura il frutto e il tuo dolore non farà più male e adesso alza lo sguardo
Difendi con l'amore il tuo passato
Ed io da qui ti sentirò vicino
Io non ho paura
E poi lasciarti da lontano rinunciare anche ad amare come se l'amore fosse clandestino
Fermare gli occhi un istante e poi sparare in mezzo al cielo il tuo destino
Per ogni sogno calpestato ogni volta che hai creduto in quel sudore che ora bagna la tua schiena
Abbraccia questo vento e sentirai che il mio respiro è più sereno
Io non ho paura
Di quello che non so capire
Io non ho paura
Di quello che non puoi vedere
Io non ho paura
Di quello che non so spiegare
Di quello che ci cambierà.


Ci è anche un libro con lo stesso titolo "Io non ho paura" scritto da Niccolo' Ammaniti. 
Romanzo che capita spesso di leggere d'obbligo a Liceo e che va proposto in tema di maturità. 
Di cui trama è assai mafiosa o camorristica.
Bambini rapiti, riscatti, menzogne, fughe, catene, dolore e paura..tanta paura.
Siamo nell'estate torrido del 1978, ad Acqua Traverse, un minuscolo borgo rurale della Basilicata
 Michele Amitrano, il protagonista di 9 anni ,per difendere una ragazza del gruppo, si propone per eseguire la penitenza.: arrivare al piano superiore di una casa diroccata e disabitata.
Dopo notevoli difficoltà cade a terra in malomodo.
Il ragazzo ha per pochi attimi paura,ma poi intravede un buco profondo. Con grande stupore tra sporcizia e rifiuti di ogni genere, nota un bambino raggomitolato su se stesso.
Michele rimane molto turbato, ma non dice niente quando torna a casa. Ogni giorno che passa ritorna alla casa abbandonata e scopre che nel buco è nascosto un bambino, Filippo.
I due diventano amici.
Poi una notte Michele scopre che i suoi genitori, insieme ad altri abitanti del paesino, hanno rapito Filippo e vogliono chiedere un riscatto. Michele lo capisce guardando un messaggio della madre di Filippo rivolto ai rapitori trasmesso alla televisione. Michele non riesce a tener nascosto il suo segreto e si confida con il suo migliore amico, Salvatore, che lo tradisce.
Dopo a Michele viene ordinato dal padre di non andare mai più a trovare il bambino, ma egli non riesce a far altro che pensare a lui.
Un pomeriggio, insieme agli amici, torna alla casa abbandonata e scopre che Filippo è stato spostato in un altro nascondiglio. Quella notte, spinto dall'orribile notizia che i grandi hanno deciso di ucciderlo, va a liberarlo ,ma.....
E per finire esiste anche un film del 2003 "Io non ho paura" diretto da Gabriele Salvatores, che ne ha anche scritto la sceneggiatura insieme a Francesca Marciano, il film ha vinto un David di Donatello ed è stato scelto come film per rappresentare l'Italia agli Oscar. 

No comments: