hanna artehanna bionda foto bianco-nero

Tutti abbiamo il nostro negativo, delle zone d'ombra, o visioni speculari e parliamo d'amore, là, dove io muoio.


Sunday, October 13, 2013

Camilleri, gli arancini di Montalbano, la prova generale

La prova generale... 

 ...Mi avvicinai alla porta e mi piglio un colpo. Sopra il letto matrimoniale, vestita di tutto punto, c'era una fimmina morta, un'anziana.
 - Come hai fatto capire ch'era morta?!
 - Commissà, quella teneva le mani sul petto e le avevano arruvugliàto un rosario tra le dita e dopo le avevano messo un fazzoletto annodato sulla testa per tenerle ferma la bocca. Aveva gli occhi chiusi. Ma il, meglio deve ancora venire. Ai piedi del letto c'era una seggia e assittato sopra un uomo che mi voltava le spalle. Chiangiva, povirazzo. Doveva essere il marito."
 - Ora sei stato scalognato, che ci vuoi fare?. Quello stava a vegliare la moglie morta.
 - Certo. Pero, a un certo punto, piglio una cosa che evidentemente teneva sopra le gambe e se la punto alla testa.. Un revòrbaro era, commissario.
Oddio!....
(................)
- Cosa provavate di bello?
I due addiventarono seri di colpo, si avvivinarono ancora di più l'uno all'altra, con un gesto naturalissimo, ripetuto migliaia di volte, si pigliarono per mano, si taliàrono. Poi Andrea Di Giovanni disse:
"La nostra morte provavamo".
E mentre Montalbano se ne stava impetrito, aggiunse:
 "Ma quello non è un copione, putroppo."
E stavolta fu lei a parlare.
Quando ci siamo maritati, io avevo diciannove anni e lui ventidue. Siamo stati sempre assieme, non abbiamo mai accettato scritture in due compagnie diverse e per questo, qualche volta, abbiamo fatto la fame. Poi, quando siamo diventati troppo vecchi per lavorare, ci siamo ritirati qua.
Continuo lui:
"Da qualche tempo pativamo malesseri. E' l'età, ci dicevamo. Poi ci siamo fatti visitare. Abbiamo il cuore a pezzi. La separazione sarà improvvisa e inevitabile. Allora ci siamo messi a fare le prove. Chi se ne andrà per primo, non resterà solo nell'aldilà".
"La grazia sarebbe di morire assieme, nello stesso momento - disse lei - ma è difficile che ci venga concessa"

Io ho letto più o meno 6 mila libri in lingue diverse e di tutte le estrazioni. Ultimamente ho smesso di leggere le nuove edizioni. Precisamente dopo le "sfumature di grigio...ecc... Mi disgusta la letteratura odierna.
Credevo che ormai non mi sorprenderà più nulla, e invece...
Ho scoperto Camilleri!! Nella nostra biblioteca ce ne sono una 30-ina di volumi e dopo ognuno che leggo rimango sempre di più estasiata.
Adoro Andrea Camilleri!!!
Il suo siculo e l'umorismo, la rettitudine, la sua bella-brutta (fin agli estremismi) opinione che ha delle donne.
Mi piace il suo concetto di maschio: anzianotto, solitario, intelligente, buono e paziente. Mi piace la sua schiettezza e giustizia , quella breve.

No comments: